Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Emergenza COVID-19, Lettera dell'Ambasciatore Giorgio Starace ai connazionali in Giappone

Data:

27/03/2020


Emergenza COVID-19, Lettera dell'Ambasciatore Giorgio Starace ai connazionali in Giappone

Cari Italiani in Giappone,

in una situazione particolarmente difficile per il mondo e per il nostro Paese in particolare, desidero inviarvi un messaggio di vicinanza e di incoraggiamento.

L’Ambasciata ha lavorato intensamente negli ultimi giorni per assistere i connazionali alle prese con le difficoltà di rientro in Italia o in Giappone, o per indirizzarli nella gestione di eventuali necessità con le autorità d’immigrazione giapponesi.

Siamo inoltre impegnati a contribuire allo sforzo globale della rete diplomatica italiana inteso a salvare vite umane in Italia. Abbiamo identificato aziende giapponesi in grado di fornire materiale medico urgentemente richiesto e inviato alcune prime forniture sia commerciali che a dono.

Anche in Giappone l’emergenza COVID-19 acquisisce maggior rilievo e senso di urgenza. Dalla mezzanotte del 27 marzo è entrato in vigore, come saprete, un divieto di ingresso in Giappone per chiunque provenga dall’Italia e vari altri Paesi europei. Al contempo, le Autorità locali iniziano a fornire prime indicazioni di comportamento per arginare i contagi. In particolare il Governo Metropolitano di Tokyo (seguito da altre Prefetture) ha chiesto a tutti gli abitanti di astenersi da movimenti non essenziali nel fine settimana e non è da escludere che ulteriori misure seguano a breve.

Invito caldamente tutti gli italiani a monitorare eventuali prossimi annunci delle competenti Autorità centrali - che verranno comunque pubblicati con traduzione sui canali d’informazione del Sistema Italia (Ambasciata, Consolato Generale a Osaka, Istituto di Cultura e Camera di Commercio) e sul sito Viaggiare Sicuri della Farnesina - e ad attenersi scrupolosamente alle istruzioni del caso.

L’Ambasciata resta a disposizione dei nostri cittadini, pur con le limitazioni operative che potranno derivare da tali disposizioni locali.

Sono fiducioso - anche alla luce dello straordinario impegno messo in campo da tutti coloro che in Italia sono in prima fila nel contrasto dell’epidemia - che il nostro Paese sarà all’altezza di questa sfida senza precedenti, che si può vincere con senso di responsabilità individuale e solidarietà fra persone e popoli amici.

Insieme ce la faremo.

Giorgio Starace


499