Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Contributi per missioni di studio e ricerca 2023

-Opportunità per: ricercatori, docenti, esperti, personalità e operatori culturali italiani o stranieri

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale sostiene e incentiva lo svolgimento di missioni all’estero e in Italia, da parte, rispettivamente, di ricercatori, docenti, esperti, personalità e operatori culturali italiani e stranieri.

Obiettivo principale del finanziamento è favorire lo sviluppo di partenariati strategici, progetti culturali e scientifici fra istituzioni straniere e italiane nel medio e nel lungo periodo.

A chi si rivolge

Possono richiedere un contributo per lo svolgimento di missioni:

-Ricercatori, docenti, esperti, personalità e operatori culturali stranieri invitati a trascorrere un periodo di permanenza presso istituzioni universitarie o culturali italiane per ragioni di studio o di ricerca.
Il contributo economico per la copertura parziale delle spese di soggiorno viene erogato in forma forfettaria (per un importo massimo erogabile di 906 euro pari alla copertura di 8 giorni di attività in Italia).

-Ricercatori, docenti, esperti, personalità e operatori culturali italiani invitati a trascorrere un periodo di permanenza presso istituzioni universitarie o culturali straniere per ragioni di studio o di ricerca.
Il contributo economico viene erogato esclusivamenteper la copertura parziale (nella misura dell’80%) delle spese di viaggio.

Come chiedere il contributo

Gli interessati possono presentare le domande di contributo, redatte secondo lo schema allegato e complete della documentazione richiesta, all’Istituto Italiano di Cultura o, in assenza di questo, alla Rappresentanza diplomatico-consolare italiana competenti per territorio nel Paese di svolgimento della missione.

I contributi saranno erogati a seguito della valutazione effettuata dalle Sedi estere e dagli uffici centrali competenti, in base ai seguenti criteri:

-curriculum del richiedente;

-possibili ricadute di medio e lungo termine della missione in termini di sviluppo di progetti culturali o scientifici e partenariati fra istituzioni italiane e straniere;

-prestigio delle istituzioni culturali coinvolte;

-principio di rotazione fra i beneficiari dei contributi;

-conformità della missione alle priorità geografiche e tematiche individuate dalla Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale;

-esistenza di un programma esecutivo di cooperazione culturale in vigore fra l’Italia e il Paese di residenza del richiedente (nel caso di beneficiario straniero) o con il Paese di destinazione del richiedente (nel caso di beneficiario italiano).

Informazioni e scadenze

I moduli per presentare domanda di contributo sono disponibili per richiedenti italiani e stranieri. Le missioni dovranno concludersi entro e non oltre il 14 novembre 2023, data limite in cui i candidati dovranno trasmettere la documentazione alle Sedi all’estero.

Per maggiori informazioni, si raccomanda di prendere contatto con l’Istituto Italiano di Cultura o, in assenza di questo, con la Rappresentanza diplomatico-consolare italiana, competenti per territorio nel Paese di svolgimento della missione (nel caso di beneficiario italiano) o nel Paese di residenza del richiedente (nel caso di beneficiario straniero).

Il pagamento del contributo avverrà a missione ultimata previa consegna della documentazione necessaria.

In particolare, i beneficiari italiani riceveranno l’importo della borsa direttamente dall’Ufficio III della DGDP del MAECI mentre i beneficiari stranieri riceveranno il contributo per il tramite della Sede all’estero.